Nella formazione continua veterinaria online di VETgirl di oggi blog, esaminiamo l'ostruzione uretrale felina (FUO) in una serie di 2 parti. La FUO è un disturbo comune che si presenta sia al medico di medicina generale che al medico di emergenza. La maggior parte dei pazienti FUO si presenta stabile, con solo lieve disidratazione o insorgenza precoce di segni clinici. Detto questo, circa il 12% dei gatti FUO presenta una malattia critica con azotemia e gravi anomalie acido-base o elettrolitiche (come iperkaliemia, ipocalcemia e acidosi metabolica) (Lee, 2003). La FUO può causare disidratazione e persino ipovolemia a causa di significativi deficit di liquidi. L'azotemia può essere osservata entro 24-48 ore; non trattata, la morte può essere vista entro 60-75 ore (Lane, 2012). Profondi cambiamenti elettrolitici e azotemia possono essere visti come risultato di un'ostruzione post-renale. I cambiamenti degli elettroliti possono provocare aritmie potenzialmente letali e contribuire al collasso cardiovascolare. Il riconoscimento e il trattamento tempestivi devono essere avviati per garantire il miglior risultato in questi pazienti critici. In questo blog in 2 parti, esamineremo il segnale/eziologia, i segni clinici, i risultati dell'esame obiettivo e il lavoro diagnostico. La prossima settimana, finiremo con il trattamento generale del paziente FUO!

Segnalazione ed eziologia
La FUO è comunemente osservata nei gatti giovani, maschi e in sovrappeso (di età compresa tra 2-6 anni) (Reineke, 2013). I gatti più anziani (>10 anni di età) che si presentano con FUO hanno spesso malattie di base come infezioni del tratto urinario (osservate in circa il 50% dei casi) e neoplasie di base (Reineke, 2013). La FUO può verificarsi a causa di tappi uretrali (p. es., aggregati di cristalli, globuli bianchi, globuli rossi, proteine, materiale amorfo, ecc.), calcoli, spasmo, edema uretrale o cause idiopatiche. Gli studi hanno dimostrato che la maggior parte dei casi di FUO sono idiopatici (53%), mentre il 29% è dovuto agli uroliti e il restante 18% è dovuto ai plug (Reineke, 2013).

Ritrovamenti storici
In caso di FUO, il proprietario dell'animale deve essere interrogato su:

• Anamnesi medica precedente
• Durata dei segni clinici
• Stato interno/esterno
• Anamnesi pregressa di malattia del tratto urinario inferiore (FLUTD) o FUO . del gatto
• Allevamento della lettiera (ad es. coperta o scoperta, numero, frequenza di pulizia, posizione delle cassette, ecc.)
• Numero di gatti in casa (ad es. aggressione tra gatti, ecc.)
• Tipo di lettiera per gatti (ad es. agglomerante, argilla, cristallo, tutta naturale, ecc.)
• Fonti d'acqua
• Dieta (ad es. secca o in scatola)
• Storia dei segni clinici
• Fattori ambientali (es. stress, ecc.)

Segni clinici
I segni clinici di ostruzione uretrale felina includono:

• Malessere generalizzato/letargia
• Inappetenza che progredisce verso l'anoressia
• Minzione inappropriata (ad es. in una vasca da bagno, davanti al proprietario, su un sacchetto di plastica, ecc.)
• Vomito
• Disuria
• Pollachiuria
• Stranguria
• Ematuria
• "Stipsi"
• Disidratazione
• Dolore addominale
• Ringhio

Esame fisico
I risultati comuni osservati con FUO includono:

• Disidratazione
• Ululato di dolore o disagio
• Scarsa qualità del polso
• Tachicardia
• Bradicardia
• Tachipnea
• Vescica solida, distesa, inesprimibile e dolorosa alla palpazione (spesso ingrandita)
• CRT prolungato
• Riduci
• Pene che sporge
• Infiammazione della regione prepuziale a causa di un'eccessiva toelettatura

Passaggio di un gatto in un'ostruzione uretrale felina

Passaggio di un gatto in un'ostruzione uretrale felina


Workup diagnostico
L'analisi del sangue di base dovrebbe idealmente includere un database minimo che includa un volume di cellule impaccate (PCV), solidi totali (TS), BUN (Azostick), glucosio nel sangue, gas nel sangue venoso ed elettroliti (valutando specificamente sodio, potassio, calcio ionizzato). È possibile eseguire un esame emocromocitometrico completo (CBC), un pannello biochimico e un'analisi delle urine se non esistono limitazioni finanziarie; con limitazioni finanziarie, idealmente, le risorse dovrebbero essere destinate al trattamento e alle cure salvavita piuttosto che alla diagnostica. Nei pazienti azotemici o in quelli con profonde anomalie elettrolitiche, il riesame del sangue (p. es., elettroliti, pannello renale, emogasanalisi venosa, ecc.) deve essere eseguito almeno giornalmente, a seconda della stabilità del paziente. Un elettrocardiogramma (ECG) derivazione II dovrebbe essere idealmente eseguito per valutare la presenza di anomalie della conduzione cardiaca o aritmie, in particolare nel gatto bradicardico (p. es., FC < 160 bpm). Le anomalie osservate all'ECG con iperkaliemia includono onde T a spillo (p. es., picco e restringimento dell'onda T), intervalli QT accorciati, allargamento del complesso QRS, onde P assenti, colloquio PR prolungato, depressione del segmento ST, bradicardia e, raramente, ventricolare flutter, fibrillazione o asistolia. Le radiografie possono essere eseguite per cercare la presenza di calcoli cistici o uretrali. Potrebbe essere necessario eseguire un'ecografia (ad es. FAST) per valutare la presenza di uroaddome, masse urinarie, calcoli cistici, ecc. Sfortunatamente, questo non valuterebbe bene l'uretra, poiché i piccoli uroliti potrebbero essere difficili da rilevare tramite ultrasuoni.

Dai un'occhiata alla Parte 2 nel blog di formazione continua veterinaria online VETgirl della prossima settimana! Puoi anche guardare il nostro video su come sbloccare i gatti qui.

Diritto d'autore VETgirl, 2016

Riferimenti:

  • Lee JA, Drobtz KJ. Caratterizzazione delle caratteristiche cliniche, degli elettroliti, dei parametri acido-base e renali nei gatti maschi con ostruzione uretrale. J Vet Emerg Crit Care 2003;13(4): 227-33.
  • Reineke EL. Ostruzione uretrale felina: trattamento di emergenza e stabilizzazione. Western Veterinary Conference 2013, Atti.
  • Corsia SE. Sfide comuni nell'ostruzione uretrale felina. Western Veterinary Conference 2012, Atti.
  • Francis BJ, Wells RJ, Rao S, et al. Studio retrospettivo per caratterizzare la diuresi post-ostruttiva nei gatti con ostruzione uretrale. J Feline Med Surg 2010;12:606-608.
  • Drobatz KJ, Cole S. L'influenza del tipo cristalloide sullo stato acido-base ed elettrolitico dei gatti con ostruzione uretrale. J Vet Emerg Crit Care 2008;18(4): 355–61.
  • Cooper ES, Owens TJ, Chew DJ et al. Un protocollo per la gestione dell'ostruzione uretrale nei gatti maschi senza cateterizzazione uretrale. JAVMA 2010;237(11):1261-1266.
  • Hall J, Hall K, Powell L, Lulich J. Esito di gatti maschi gestiti per ostruzione uretrale con cistocentesi decompressiva e cateterizzazione urinaria: 47 gatti. JVECC 2015;25(2):256-262.

    Solo i membri VETgirl possono lasciare commenti. Accedi or Unisciti a VETgirl adesso!