In questa VETgirl formazione continua veterinaria online blog, dimostriamo come nebulizzare e coupage un cane con polmonite ab ingestis per idratare le vie aeree inferiori e mobilizzare le secrezioni. Questo è un Bulldog maschio intatto di 7 mesi che si è presentato per tachipnea e dispnea per una settimana dopo il vomito. Le radiografie del torace hanno rivelato broncopolmonite, con consolidamento alveolare del lobo polmonare craniale destro e un pattern bronchiale diffuso. La prognosi per la polmonite ab ingestis, con il trattamento, è da discreta a buona, ma richiede una terapia aggressiva. Il trattamento comprende idratazione, terapia antibiotica appropriata, ossigenoterapia, misurazione dell'ipossiemia, nebulizzazione e coupage. L'obiettivo della nebulizzazione è idratare le vie aeree inferiori (in particolare la scala mobile ciliare) con piccole goccioline d'acqua che vengono inalate nel tratto respiratorio.

Prima di acquistare un nebulizzatore, è necessario identificare il tipo (ad es. nebulizzatore ad ultrasuoni, ecc.) e confermare le dimensioni delle gocce d'acqua create. Più grande è la gocciolina, più è probabile che rimanga intrappolata nelle vie aeree superiori. Più piccola è la gocciolina, più è probabile che penetri più in profondità nelle vie aeree inferiori, consentendo un'adeguata idratazione. Le goccioline superiori a 10 micron generalmente rimangono all'interno delle vie aeree superiori e della trachea, mentre le goccioline nell'intervallo di 1-10 micron sono in grado di penetrare nel tratto respiratorio inferiore. Di nuovo, più piccola è la goccia, più profonda può andare. Goccioline inferiori a 0.5 micron possono raggiungere il livello alveolare e vengono espirate. La maggior parte dei nebulizzatori ad ultrasuoni crea goccioline d'acqua di dimensioni comprese tra 2 e 5 micron. Dopo la nebulizzazione, dovrebbe seguire un coupage aggressivo e deciso per aiutare a stimolare la tosse produttiva e quindi mobilitare le secrezioni e consentire l'espettorazione del materiale purulento. Per fortuna, questo cucciolo si è ripreso bene ed è stato dimesso entro 24 ore.

Referenze:
1. Crostata KM, Babski DM, Lee JA. Rischi potenziali, indicatori prognostici e modalità diagnostiche e terapeutiche che influenzano la sopravvivenza nei cani con polmonite da aspirazione presunta: 125 casi (2005-2008). J Vet Emerg Crit Care 2010;20(3):319-329.
2. Kogan DA, Johnson LR, Sturges BK et al. Eziologia ed esito clinico nei cani con polmonite ab ingestis: 88 casi (2004-2006). J Am Vet Med Assoc 2008;233(11):1748-1755.
3. Kogan DA, Johnson LR, Jandrey KE, et al. Reperti clinici, clinicopatologici e radiografici nei cani con polmonite ab ingestis: 88 casi (2004-2006). J Am Vet Med Assoc 2008;233(11):1742-1747.
4. Re L. Trattare la polmonite batterica canina: oltre gli antibiotici. Atti CVC Kansas City, 2009.

  1. Cosa consigli che la soluzione migliore è nebulizzare con, soluzione salina ipertonica, solo soluzione salina sterile .9 o acqua distillata?

  2. Quali farmaci assume l'animale durante il trattamento?
    Quanto dura il trattamento tipico?
    Ricontrolla i raggi X e, in caso affermativo, quanto tempo dopo il trattamento?

  3. Che tipo di nebulizzatore ad ultrasuoni stai usando in questo video? Quanto è costato e dove l'hai preso? Grazie!

Solo i membri VETgirl possono lasciare commenti. Accedi or Unisciti a VETgirl adesso!